HomeCos'è HERITYLa CertificazioneALBO NazionaleAgendaPartner
Il Comitato InternazionaleLa Commissione NazionaleAccordiStoriaMomenti di lavoro
 




Dieci sono gli accordi siglati finora di interesse per l'Italia:

  • Dichiarazione di Calamosca (1998), che fissa i principi HERITY e ne pone il coordinamento in Italia;
  • Risoluzione di Barletta (2001), che approva i criteri HERITY, sottoscritta dalle AutoritÓ italiane;
  • Accordo di Cooperazione con la CNI UNESCO (2003), per l'utilizzazione della valutazione HERITY per i siti del Patrimonio Mondiale in Italia.
  • Raccomandazione di Corigliano (2003), che estende l'applicazione del sistema HERITY al settore privato in Italia;
     
  • Dichiarazione di Roma (2005), che individua la prima area omogenea in Italia per l'applicazione estensiva della valutazione HERITY;
     
  • Annuncio di Roma (2005), che avvia ufficialmente il primo itinerario a certificazione HERITY nei siti della lista UNESCO italiani.
     
  • Accordo di Cooperazione con il Ministero per i Beni e le AttivitÓ Culturali (2006), per l'applicazione della valutazione HERITY ai siti di sua competenza. 
     
  • Accordo di Cooperazione con il Ministero dell'Interno (2006), per l'applicazione della valutazione HERITY ai siti di sua competenza.
  • Accordo di Cooperazione con IS.NA.R.T. (2012), per la promozione delle certificazioni HERITY e 10Q 
  • Accordo di Cooperazione con l'Agenzia del Demanio (2013), per la certificazione HERITY dei beni demaniali di valore culturale in affidamento a terzi.

 
ęDRI

Top